Recensione - “Io amo i colori”

“Io amo i colori”
Di Elisabetta Somaglia 
Editore: Youcanprint
Collana: Youcanprint Self-Publishing
Pagine: 121
Prezzo: euro 15,00
Uscito il 10 novembre 2017

Se volete respirare una boccata di aria buona, una boccata di vita, questo è il libro giusto, il libro adatto per chi ama vivere, nonostante tutti i problemi e le difficoltà con cui la vita ci mette alla  prova quotidianamente. Un libro psicologico-motivazionale che ci aiuta con dei piccoli, grandi suggerimenti per superare le giornate con un pizzico maggiore di serenità.
“Io amo i colori” è un ricco e prezioso volumetto che consiglio assolutamente, perché è pieno di suggerimenti, di riflessioni ed ha la capacità di invogliarci a lottare, a trovare sempre una soluzione nella vita e a guardare il lato positivo delle cose. Leggendolo ho provato un senso di enorme benessere, di sollievo e il mio stato umorale è notevolmente migliorato. Elisabetta Somaglia, con delicatezza e profondità di sentimenti ci lascia entrare nella sua vita permettendoci di rubarle preziosi consigli per affrontare le situazioni più disparate che incontriamo giorno dopo giorno. Ci dà una mano a superare i problemi con un sorriso, a vedere le cose in un altro modo che non sia sempre quello negativo, ma anzi occorre una certa dose di ottimismo per far in modo che le giornate migliorino:
“l’ottimista è colui che soffre, che piange, che si dispera, ma che alla fine risorge dalle negatività, vede gli aspetti positivi e coglie, anche nelle cose sbagliate o tristi, degli insegnamenti per continuare a vivere meglio di prima”.
Quello che ho riportato qui sopra è solo una dei tanti, intensi e profondi pensieri che si leggono all’interno del libro. Ma vi assicuro che ognuno di voi si ritroverà in diverse parti di questo volume e le varie riflessioni che l’autrice ci porta a fare con garbo e in modo concreto, ci permetteranno di vedere le cose sotto un altro punto di vista, indubbiamente più costruttivo ed utile per noi. Avremo cosi la possibilità di assaporare la vita con un tocco migliore, affrontando meglio le varie situazioni, anche negative, perché cercheremo di reagire e di vederle in un altro modo, sotto un’altra luce.
Inoltre i diversi capitoli sono aperti da frasi famose ed intense, che ci permettono di riflettere ulteriormente e che potremo far nostre per reagire alle avversità della vita. Infatti l’intento di Elisabetta è, come dice lei stessa, “di trasmettere il coraggio e la forza di vivere positivamente la propria vita, nonostante qualsiasi esperienza negativa, imparando a guardarci dentro, ad accettarsi e a combattere per vivere la meglio…”. Si percepisce molto bene il grande amore per la vita che ha dentro di sé. Durante le pagine affronta diversi argomenti e ce li illustra con molta forza e sensibilità.
Questo libro mi è piaciuto tanto, un libro solare, molto interessante ed utile che vi consiglio di leggere e rileggere, per vedere la vita, finalmente, in tutti i suoi colori.  

Trama
Il libro non è un romanzo, né un'opera autobiografica, ma piuttosto l'espressione di emozioni, una sorta di ordinato "stream of consciousness". Un testo, scritto e grafico, che rappresenta momenti della vita, ripercorsi come dei flash back, guardandosi profondamente dentro ed estrapolando "pezzi di pensieri", sentimenti, in modo che ciascun lettore possa carpire qualche emozione e utilizzarla, in base alla propria esperienza, identificandosi, leggendo all'interno del testo fatti e situazioni, anche diverse da quelle che hanno dato origine al libro. L'obiettivo finale è riassunto nel titolo "Io amo i colori": qualsiasi evento negativo o sensazione negativa, dovuta a come si vive un'emozione, una situazione, si supera con una visione ottimistica della vita, anche nei momenti di fragilità. La volontà è sempre positiva, anche tra le righe più drammatiche, e ciò è supportato dalla struttura del libro, arricchito da alcune foto, catturate in momenti felici della vita dell'autrice, e dalla sequenza dei capitoli, evidenziata da un'immagine ad albero, che, attraverso colori diversi, dà il senso dell'avanzare nella lettura. Le dediche finali ai figli sono l'apice dell'espressione dell'amore.


Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione - “La teoria di Camila”

Intervista all'autore: Daiva Lapen

Intervista all'autore: Fiorino Ludovico Smeraldi