Cassandra al matrimonio

“Cassandra al matrimonio” 
Di Dorothy Baker
Editore: Fazi
Pagine: 256
Prezzo: euro 16,50
Uscito il 16 ottobre 2014


“Cassandra al matrimonio” di Dorothy Baker. La Fazi editore è davvero una gran bella casa editrice: pubblica dei romanzi che sono storie umane coinvolgenti, intense e impeccabili. A volte possono risultare un po’ cupe , non del tutto “leggere”, ma ci aiutano a crescere interiormente provocando in noi delle piccole o grandi “scosse”. In questo caso non è una storia allegra, si entra in punta di piedi in una famiglia con il suo dolore, nonostante il momento lieto del matrimonio che per tutti dovrebbe essere un evento felice e indimenticabile…. La scrittura è appassionante e precisa, i protagonisti ben descritti, seppure incombe sempre un velo di tristezza, lo si percepisce, secondo me, durante tutta la lettura e si vuole capire, scoprire cosa sia accaduto e che cosa accadrà. Non è un libro cosi facile, seppure molto intenso e bello. Un libro che lascia un segno, ma che va letto cercando di affrontare al meglio le varie scosse che vengono inviate al lettore.
   

«Cassandra al matrimonio, magistrale romanzo di Dorothy Baker, mi ha scioccato nel vero senso della parola: mi ha sbalordito, lasciato interdetto, senza fiato, con la mente sollecitata dalle piccole scosse elettriche che provoca quasi a ogni pagina questo libro appassionante».
 Peter Cameron, dalla postfazione al romanzo

  
Trama
 Cassandra Edwards ha ventiquattro anni, è una studentessa laureata a Berkeley: è allegra, brillante, un po’ nevrotica e triste. All’inizio del romanzo la troviamo al volante della sua macchina mentre sta tornando a casa, il ranch di famiglia alle pendici della Sierra, per partecipare al matrimonio della sua gemella, Judith, con un giovane medico del Connecticut. Cassandra, d’altra parte, è determinata a sabotare il matrimonio. La commedia agrodolce di Dorothy Baker segue un inaspettato corso di eventi nei quali la sua eroina si mostra, in momenti diversi, subdola, consapevole, ridicola, concitata, assurda e disperata – e allo stesso tempo totalmente impossibile, e irresistibile. Il week end che Cassandra trascorre nella casa paterna diventa un momento di crescita, una riflessione su quanto la famiglia sia lo specchio più evidente della natura insoddisfacente dell’essere umano. La prima cosa che apprendiamo è che il sé è qualcosa di parziale. Forse possiamo essere consapevoli di un unico aspetto davvero comune a tutti: l’incompiutezza.



Dorothy Baker (1907 – 1968) è nata a Missoula, nel Montana, nel 1907 ed è cresciuta in California. Laureata presso la UCLA, dopo aver conseguito un Master of Arts in Letteratura francese, insegna per alcuni anni Latino. Dopo la pubblicazione di alcuni racconti inizia a scrivere a tempo pieno. Nel 1938 pubblica Young Man with a Horn, romanzo su un musicista jazz bianco, che conquista la critica e da cui nasce un film interpretato da Kirk Douglas. Nel 1943 pubblica Trio, il cui ritratto onesto di una coppia lesbica scandalizza l’opinione pubblica.



Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione - “La teoria di Camila”

Intervista all'autore: Daiva Lapen

Intervista all'autore: Fiorino Ludovico Smeraldi