Splendi più che puoi

“Splendi più che puoi” 
di Sara Rattaro
Garzanti Editore
 

Quando il libro uscì, mi precipitai in libreria e lo sfogliai,  ma poi lo riposi sul suo scaffale e cosi per altre due volte in cui andai lì. Alla quarta volta che entrai in negozio decisi che era giunto il momento di comprarlo e di dedicarmi alla sua lettura. Mi rendo conto che è un controsenso rispetto a ciò che ho scritto all’inizio, ma sapevo che la storia non mi avrebbe lasciato indifferente e che dovevo sentirmi pronto per immergermi. Ed infatti, come prevedevo , grazie alla magica scrittura della Rattaro mi ritrovo dentro alla storia con il cuore e con l’anima. La storia è forte, è potente. Ti afferra alla gola e non ti lascia fino alla fine. E’ una storia dura, vera sincera e purtroppo di attualità.
L’autrice riesce a raccontarla in modo magistrale. Davvero trascinante. Parla di donne, di maltrattamento e non può lasciare impassibili. Mi sono vergognato per quell’animale di suo marito. Come si può agire così? E non c’è niente di irreale ed è proprio questa la bravura della scrittrice, le storie che racconta sono sempre molto coinvolgenti e si percepisce che nascono dal cuore, palpitano di sentimento. In questo caso di dolore. Un forte dolore che riesce a trasmettere a noi lettori, infatti devo ammettere che addentrandomi nella storia, si arriva in un punto dove scatta il dramma, che mi ha tolto il fiato. Ho smesso un attimo la lettura per prendere aria, per poter poi continuare. Non si resta indifferenti davanti ad una storia del genere e si lotta con la protagonista, la si appoggia e la si sostiene e si vorrebbe entrare nella vicenda per darle una mano, per prendere a pugni il marito….. Non aggiungo altro, perché vorrei che tutti voi lo leggeste. Di entrambi i sessi,
Sara Rattaro, non mi stancherò mai di scriverlo, è davvero una Grande scrittrice, tra le mie preferite, perché scrive col cuore e non si resta mai delusi dai suoi libri. Ha quella grande capacità di coinvolgerti in ogni sua storia e di afferrare il lettore alla prima pagina, tenendolo fino all’ultima.  Ed alla fine si è diversi. Più umani. Con più voglia di amare. Nonostante tutto.

Trama

L'amore non chiede il permesso. Arriva all'improvviso. Travolge ogni cosa al suo passaggio e trascina in un sogno. Così è stato per Emma quando per la prima volta ha incontrato Marco, che da subito ha capito come prendersi cura di lei. Tutto con lui è meraviglioso, perfetto. Fino a quando Marco non la ricopre di attenzioni troppo insistenti. Marco ha continui sbalzi d'umore e non riesce a trattenere la sua gelosia. Emma non riconosce più l'uomo accanto a lei. Non sa più chi sia. E non sa come riprendere in mano la propria vita. Ma quando diventa madre, il sorriso della piccola Martina che cresce le dà il coraggio di cambiare il suo destino. Di dire basta. Di affrontare la verità. Una verità difficile da accettare, da cui si può solo fuggire. Perché il cuore, anche se è spezzato, ferito, tormentato, in fondo sa come tornare a volare. Come tornare a risplendere. Più forte che può.

Commenti

Post popolari in questo blog

Intervista all'autore: Andrea Tagliaferri

Recensione - “Il potere e la magia del perdono”

Recensione - “La collina di Dio”