Il posto che cercavo

“Il posto che cercavo”
Di Nicholas Sparks
Sperling & Kupfer Editore
Collana: Pickwick


Tempo fa, invogliato anche dall’ottimo sconto sul libro, mi decisi a comprarlo.  Ed una volta nella mia libreria ha atteso pazientemente il suo turno. Pochi giorni fa iniziai a leggerlo e mi immersi subito con piacere nella sua storia. Sparks, a mio avviso, ha la grande capacità di scrivere i libri riuscendo a prenderti per mano e farti entrare nel libro come spettatore in un bel film, e che difficilmente riesci poi a staccarti prima dei titoli di coda.
Questo suo romanzo, ha una atmosfera oserei dire quasi magica, ed inoltre già il fatto che la protagonista fa la bibliotecaria, lo promuovo subito !!!! La storia scorre bene, i protagonisti come avviene spesso lottano e agiscono tra i  vari colpi di scena. Ci fanno vivere varie emozioni dalle più piacevoli a quelle più drammatiche, e veniamo invogliati a continuare la lettura per sapere cosa accadrà, come si risolverà ora la situazione.
Di questo romanzo, come dicevo , oltre al lavoro della protagonista, mi ha colpito molto l’ambientazione (una bella cittadina di provincia) ed il clima magico e fatato che ruota intorno. E’ stata una lettura rilassante, seppure i vari colpi di scena, ben scritta e che mi ha fatto svagare la mente per un po’ di ore. C’è, all’interno, anche un mistero da risolvere. Durante la storia ci sono scelte che vengono e che devono essere fatte dai personaggi e anche lì è impossibile che il lettore non si domandi cosa deciderebbe al posto loro, e ciò ci coinvolge molto, ci fa procedere nella lettura. Credo che questa sia una grande capacità da parte di Sparks , di saper attirare a sé il lettore, di coccolarlo e di coinvolgerlo col cuore e con la mente durante tutta la storia.

Grazie anche alle scelte da fare seguendo il proprio istinto, i protagonisti andranno avanti con grande forza e carattere…. Ciò che conta è non lasciare mai nulla di intentato e lottare sempre per ciò in cui si crede… qualsiasi sia … l’esito finale (che ovviamente non vi svelo) !!!!

Trama

Jeremy è il newyorkese modello: bello, vive a Manhattan, fa il redattore in una nota rivista, ha una potenziale carriera televisiva all'orizzonte. Ma come la maggior parte degli uomini quasi perfetti, è disilluso sull'amore, preferisce dedicarsi anima e corpo al lavoro. Finché un viaggio nel North Carolina, alla ricerca delle inspiegabili luci che baluginano nei pressi di un cimitero e che una lettera giunta in redazione descrive, gli fa incontrare lo spirito stesso dell'amore.

Commenti

Post popolari in questo blog

Intervista all'autore: Andrea Tagliaferri

Recensione - “Il potere e la magia del perdono”

Recensione - “La collina di Dio”