Alla deriva

“Alla deriva”
Di Chris Simms
Leone Editore
Collana: Mistéria


“Alla deriva” è un thriller avvincente e molto attuale, diverso dai soliti a cui siamo abituati.
E’ un libro pieno di adrenalina, di scene e di azioni, non ci si annoia affatto anche perché è scritto in modo molto scorrevole e Chris Simms ha la capacità di incuriosire il lettore e di tenerlo incollato alle pagine, con passaggi di scena incredibili.  All’interno troviamo una intensa storia familiare, una di amicizie e di mistero. Tra i  protagonisti, oltre all’ispettore Jon Spicer (a sua ex moglie Alice) ed al collega Rick,  c’è la paperella di gomma, che detto cosi sembra una cosa simpatica, ma è molto, molto  più particolare e per nulla divertente (anche perché tenete presente che è un thriller, e come si dice nulla è come sembra). Non vi anticipo niente per non rovinarvi la sorpresa,  ma vi accenno solo che scatta una specie di caccia al tesoro che suscita grande interesse che mi ha davvero appassionato.
Sono molte le scene e le frasi, anche forti, che colpiscono, rendendo la storia intensa e sorprendentemente travolgente. Ne ho scelta una tra queste:

“E il tuo nome è …?”
“Ivan”
“E ti andrebbe di venire qui a firmare una confessione, Ivan?”
“Sì. E la scriverò con il tuo sangue….”

Personalmente mi ha invogliato ancora di più a continuare nella lettura, mi ha incuriosito.
Tutto procede quindi, con molta azione, mistero e colpi di scena.. parlare di un thriller si rischia sempre di raccontare troppo, si teme di rovinare la lettura quindi, non voglio aggiungere nulla.
Vi segnalo solo che i personaggi sono molto ben delineati e risultano tutti molto umani, da riuscire a far percepire al lettore le proprie sensazioni e di trasmetterle come se fossimo noi sulla scena.
Per esempio quando si descrive la situazione dei richiedenti asilo sulle zattere, devo ammettere che anche io ho sofferto, ho percepito davvero il loro dolore e la forza di combattere per cercare di sopravvivere, la fatica e la voglia di farcela in tutte le loro azioni e nei loro dialoghi.  Posso assicurarvi che tutto ciò arriva dritto al cuore e sulla pelle.
Concludendo, per chi ama i Thriller, consiglio di leggere “Alla deriva” e di lasciarsi prendere e trasportare da tutte le diverse forti emozioni che procura. Vedrete le cose sotto altri punti di vista.


Trama

L’ispettore di Manchester Jon Spicer e il suo collega Rick vengono incaricati di indagare sul brutale assassinio di un richiedente asilo russo, ma si trovano in un vicolo cieco quando l’identità dell’uomo si rivela falsa. Gli unici indizi sono un gommone trovato alla deriva, delle misteriose lettere restituite dal mare e una flottiglia di paperelle di gomma che navigano in direzione della costa britannica. Intanto altri richiedenti asilo iniziano a morire, ognuno ucciso nello stesso orribile modo. Anche Spicer e la sua famiglia si trovano in mortale pericolo, perché la sua ex moglie Alice, un’assistente sociale, sta cercando di aiutare una giovane donna, che è il prossimo obiettivo del killer

Commenti

Post popolari in questo blog

Intervista all'autore: Andrea Tagliaferri

Recensione - “Il potere e la magia del perdono”

Recensione - “La collina di Dio”