Recensione - “Puoi sentire la notte?”


“Puoi sentire la notte?”
Di Paolo Costa
Editore: Milena Edizioni
Pagine: 216
Prezzo: euro 12,00
Uscito il 26 settembre 2017

Finalmente ! Ebbene sì finalmente un libro che tratta questo argomento, la storia di due persone dello stesso sesso, in modo normalissimo, senza eccessi, senza volgarità e come è la vita reale. Un libro vero, sincero ed onesto. Una storia pulita, piena di amore e di sentimento. Di lotta e di speranza. Un romanzo che consiglio a chiunque di leggere  per capire molto e per andare avanti verso un mondo più leale ed egualitario.
L’autore riesce benissimo a scrivere una storia che trasmette in modo limpido i sentimenti che legano i due protagonisti, le loro paure ed il loro grande coraggio facendosi man mano spazio per ritagliarsi, giustamente, il loro posto nel mondo e provare a vivere come deve essere. La strada inizialmente per loro è terribilmente in salita, sia per i rapporti non del tutto positivi in famiglia, sia per le amicizie che non brillano per l’ottusità, la limitatezza di certi elementi. Ma rincuorandosi a vicenda e con tenacia, vincendo i propri timori e specialmente man mano che superano la barriera di diffidenza reciproca, cercano di prendersi la propria rivincita.
E’ un libro molto profondo che scivola sulla pelle ed entra nel cuore, tocca i sentimenti più puri, narrando anche i rapporti con le famiglie, con gli amici e l’amore in maniera delicata, senza buonismo e  senza voler ostentare il loro modo di essere. Finalmente ripeto, ho letto un libro che insegna come anche l’amore e la storia tra due persone dello stesso sesso possa essere perfettamente sincero, reale e non legato ad uno stereotipo che purtroppo e maledettamente troppo spesso viene accostato in questi casi. Stefano e Kevin procedono nel loro cammino, inizialmente timorosi, non molto ottimisti circa il mondo e la vita sociale, colpa delle mille delusioni, della sofferenza e dei vari, troppi sgarri di chi invece di essere amico, marcia contro senza rendersi conto del grande patimento che provoca. Ma arriva il momento in cui i due protagonisti, crescendo specialmente interiormente, capiscono che non bisogna subire, occorre vivere e non nascondersi.
Paolo Costa, con una scrittura molto intensa, profonda e scorrevole, arriva dritto al cuore del lettore, lo accompagna nelle vite dei due protagonisti che si alternano nei capitoli.
Senza esibizionismi, ma facendo semplicemente vivere Stefano e Kevin come fossimo noi, come chiunque persona con i propri problemi da affrontare.
C’è un capitolo, in particolare, che leggendolo provoca i brividi dall’intensità delle parole, ci si commuove moltissimo grazie al modo delicato e sincero in cui è narrato. Si percepisce che l’autore ha messo tutto se stesso nel comporre il libro, ci arriva il suo grande, immenso mondo interiore e mi complimento con lui per  come ha affrontato il tema e la storia. Finalmente uno scrittore che scrive la verità con semplicità e purezza.
Inoltre ho apprezzato moltissimo anche gli accenni ai libri, ci sono scene che parlano ed affrontano la lettura e ciò mi ha fatto, ulteriormente, illuminare gli occhi durante la lettura.

Le frasi che ho sottolineato sono davvero molte, ve ne riporto una :

“E’ cosi che si combattono i mostri: lasci che ti vengano vicino, li guardi negli occhi e poi li colpisci”

  
Trama
Stefano vive la sua vita giorno per giorno. Schiacciato dalla perdita della sua più cara amica e con la consapevolezza di essere fuori posto, in un mondo che sembra stargli stretto, cerca di sopravvivere senza sentire il peso dei fallimenti che gli gravano sulle spalle. Con attorno una famiglia che sembra non conoscerlo più, tutto ciò che Kevin vorrebbe è restare nascosto nel suo "armadio", lontano da qualsiasi sguardo. Bloccato in una vita che non vuole, con un lavoro incerto, cerca di superare ogni giornata senza versare l'ultima goccia che potrebbe finire per inondare tutto il suo mondo. Due ragazzi diversi, due realtà opposte, un incontro esplosivo. Affronteranno l'amore, o resteranno nascosti dentro l'armadio?

Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione - “La teoria di Camila”

Intervista all'autore: Daiva Lapen

Intervista all'autore: Fiorino Ludovico Smeraldi