Il libro del giorno dal Book Pride - “Miele amaro”


Ciao a tutti  !!!
Il Book Pride purtroppo è volato. Ho trascorso là due pomeriggi meravigliosi e spettacolari tra moltissimi stand di editori indipendenti e diversi libri davvero stupendi ed interessati, alcuni sono dei veri gioiellini. Ho scoperto nuove piccole case editrici che d'ora in poi terrò d'occhio per le mie future scelte editoriali.
Mi sono dovuto trattenere negli acquisti, ne avrei voluti prendere tanti, ma alla fine sono venuti a casa con me solo tre libri.
Oggi ve ne pubblico uno e ve lo consiglio. Già dalla copertina invoglia parecchio (anche al tatto è fantastica) e la storia è molto carina, simpatica ed avvincente. Vi segnalo che questo è il quarto caso  (dopo “Delitto al pepe rosa” (2015), “Morte sotto spirito” (2016) e “Assassinio à la carte” (2017) ) che vede coinvolta Katharina in un’indagine poliziesca della scrittrice tedesca Brigitte Glaser
Domani vi pubblicherò il secondo libro ! 
Seguitemi !!!!!!!

“Miele amaro”
Di Brigitte Glaser
Editore: Emons Audiolibri
Pagine: 288
Prezzo:  euro 14,00
Uscito il 15 febbraio 2018


Trama
Maledetta scala. Una brutta caduta e l’amatissima zia Rosa se n’è andata per sempre. Katharina non la vedeva da dieci anni, colpa di uno stupido litigio. E adesso che Rosa le ha lasciato in eredità tutti i suoi beni, il dolore per la sua morte si impasta al senso di colpa. Il mesto ritorno a Fautenbach, nella Foresta Nera, sarà però costellato anche da inquietanti rebus. Il terreno ereditato dalla zia è al centro di un ambizioso progetto edilizio che fa gola a molti agricoltori della zona. Eppure zia Rosa non ne voleva sapere di venderlo. Le arnie delle api che allevava con tanto amore sono tutte vuote. E cosa c’entrava Rosa con gli scatenati ambientalisti della Guerriglia del mais? Ma soprattutto, che cosa ci faceva la zia su quella scala, lei che aveva giurato di non salirci mai più dopo una noiosa frattura?

Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Recensione - “La teoria di Camila”

Intervista all'autore: Daiva Lapen

Intervista all'autore: Fiorino Ludovico Smeraldi